La Banca a Km Zero

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato nei primi mesi del 2012 il “Regolamento dell’Organismo di Vigilanza”, il “Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. Lgs. 231/2001” e le “Linee Guida di Condotta (o Codice Etico) ex D. Lgs. 231/2001”.

Il D. Lgs. n. 231/2001, recante la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”, ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano un regime di responsabilità amministrativa a carico degli Enti (da intendersi come società, associazioni, consorzi, ecc., di seguito denominati “Enti”) per reati tassativamente elencati e commessi nel loro interesse o vantaggio: o da persone fisiche che rivestano funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione degli Enti stessi o di una loro unità organizzativa dotata di autonomia finanziaria e funzionale, nonché da persone fisiche che esercitino, anche di fatto, la gestione e il controllo degli Enti medesimi, ovvero o da persone fisiche sottoposte alla direzione o alla vigilanza di uno dei soggetti sopra indicati.

Il Regolamento disciplina il funzionamento dell’Organismo di Vigilanza e costituisce parte integrante del Modello organizzativo ai sensi del Decreto.

Le linee guida di condotta (o Codice Etico) della Bcc dell’Alto Reno enunciano l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità della Banca rispetto a tutti i soggetti con i quali entra in relazione per il conseguimento del proprio oggetto sociale (clienti, fornitori, dipendenti e/o collaboratori, soci, organi di vigilanza, istituzioni); sono pertanto regole di condotta che devono essere tenute presenti nella quotidianità del lavoro e che presuppongono, innanzitutto, il rispetto delle leggi e dei regolamenti, anche interni alla Banca, vigenti.

 

 

Vai all'inizio della pagina